Federnoleggio Napoli: chiuso il caso ZTC dell'aeroporto Capodichino, tempo di permanenza aumentato a 25'

i dati della ZTLtrasferiti alla ZTC

Il presidente Confesercenti Interprovinciale Vincenzo Schiavo: «Risultato importante, ne va anche della qualità della ricezione turistica e della crescita economica della nostra città».

Il Coordinatore Interprovinciale Federnoleggio Gennaro Lametta: «Soluzione figlia del nostro lavoro. L’obiettivo comune è contribuire a rendere l’aeroporto di Napoli un’eccellenza»

 

Si è finalmente raggiunto un risultato definitivo sul lungo caso della Zona a Traffico Controllato (ZTC) in vigore da settembre scorso presso l’Aeroporto di Capodichino e poi sospesa a seguito dell’intervento di Confesercenti/Federnoleggio e degli NCC (Noleggio con conducente) che lamentavamo il malfunzionamento del sistema di controllo d’accesso Ztc dell’aeroporto di Capodichino che ha provocato disagi, migliaia di contravvenzioni e uno sciopero di Federnoleggio e NCC dello scorso 20 dicembre.

 

Questa mattina si è tenuto un importante incontro che ha fissato alcuni punti essenziali. Alla riunione, indetta negli uffici della ENAC (Ente Nazionale per l’aviazione civile) di Napoli, hanno partecipato, oltre a Gennaro Lametta (coordinatore interprovinciale Federnoleggio, in rappresentanza anche di Confesercenti), il Direttore di ENAC Napoli  Gennaro Bronzone, i responsabili  della GESAC dell’area parcheggi Capuozzo e Orlando, l’ingegner D’Alessio, dirigente del dipartimento Mobilità del Comune di Napoli e il responsabile dell’ufficio contravvenzioni dello stesso comune.

 

Presenti anche altre associazioni (Anitrav, Casartigiani e ANCC). In virtù del lavoro e della proposta di Confesercenti/Federnoleggio, si è posto fine al caso ZTC. Il tempo di permanenza in questa zona dell’aeroporto di Capodichino per vetture NCC e autobus autorizzati è salito da 10’ a 25’. Inoltre la “white list”, ovvero l’elenco degli autorizzati a transitare, sarà aggiornato con un sistema molto rapido: i dati e gli elenchi degli autorizzati della ZTL del comune di Napoli saranno trasposti nella ZTC dell’aeroporto, in modo tale che tutti gli autorizzati che transitano nella ZTL potranno farlo anche nella ZTC.

 

Infine, sul capitolo contravvenzioni (sono state elevate oltre 25mila multe tra settembre e ottobre 2017) che riguardano non solo gli autisti di NCC e di autobus ma anche dipendenti GESAC, ENAC e forze dell’ordine, le parti in causa spingono affinchè il Prefetto, a cui sono stati inoltrati molti ricorsi, possa annullare le sanzioni proprio in base al malfunzionamento della ZTC riconosciuto anche da GESAC e Comune di Napoli.

 

«Siamo soddisfatti dell’esito della riunione – ha commentato Gennaro Lametta, coordinatore interprovinciale di Federnoleggio – plaudo la Gesac ed l’Enac per la loro disponibilità e il loro impegno, ringrazio il comune di Napoli per questa sinergia con il mondo associativo. Noi pensiamo di difendere gli interessi della categoria ma anche l’immagine della città. Il nostro obiettivo, che è anche quello comune a tutti, è quello di rendere l’aeroporto di Capodichino una della nostre eccellenze. Ecco perché è importante creare le giuste sinergie per cogliere la meta finale. Lo scopo di Confesercenti è dialogare con le istituzioni per trovare soluzioni condivise e positive».

 

Sul tema la soddisfazione anche di Vincenzo Schiavo, presidente Interprovinciale e Interregionale di Confesercenti: «Dopo mesi di lavoro e di sostegno per i nostri associati abbiamo raggiunto un risultato molto positivo. Attendiamo anche il buon esito dell’annullamento delle multe. Ringrazio le parti in causa, difendere il lavoro degli autonoleggiatori significa anche difendere la qualità della ricezione del turismo, migliorando immagine ed economia della nostra città».